Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
27 maggio 2021
Sisma bonus acquisti 110%, nuovi chiarimenti
Con Risposta ad Interpello 24 maggio 2021, n. 366, l'Agenzia delle Entrate ha fornito una serie di chiarimenti in merito al sismabonus acquisti al 110%.
In particolare, l'Agenzia ha affermato che:
  • è ammessa la presentazione "tardiva" dell'asseverazione entro la data di stipula del rogito dell'immobile se detto documento non sia stato presentato contestualmente alla richiesta dei titoli abilitativi in quanto allora il Comune di ubicazione dell'immobile era classificato in zona sismica 4 (solo successivamente è stato classificato in classe sismica 3);
  • come chiarito dalla Commissione Consultiva per il Monitoraggio dell'applicazione del D.M. 28 febbraio 2017 n. 58 (Parere 7 aprile 2021,  n. 3/2021) per il sisma bonus acquisti non è necessario redigere il computo metrico estimativo dei lavori e non deve essere attestata la congruità della spesa sulla base del costo complessivo dell'intervento, in quanto la detrazione è commisurata al prezzo di acquisto dell'unità immobiliare;
  • i soggetti titolari di reddito d'impresa possono fruire del "sismabonus acquisti" secondo l'articolo 16, comma 1-septies, D.L. n. 63/2013 (75% o 85%) entro la spesa massima di 96.000;
  • nel caso di acquisto di unità abitativa e relative pertinenze, il limite di spesa è pari a 96.000, unitariamente considerato.