Home
Network ALL-IN
Explora
Rubriche
Strumenti
Fonti
20 luglio 2021
Intervento con ampliamento in zona sismica riclassificata: Interpello

Con Risposta ad Interpello 15 luglio 2021, n. 481, l'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimento in merito al possibile riconoscimento di sismabonus acquisti ed ecobonus nel caso in cui l'immobile oggetto di interventi che comportano demolizione e ricostruzione con ampliamento, si trovi in un Comune che viene riclassificato da zona sismica 4 a zona sismica 3.
Il caso in esame riguarda società di costruzione titolare di un complesso immobiliare sito in una zona che nel 2019, ai tempi della richiesta del titolo abilitativo, ricadeva in zona sismica 4. La società non aveva quindi presentato contestualmente l'asseverazione richiesta dal D.M. n. 58/2017. Successivamente, con deliberazione della Giunta regionale, il Comune in cui è sito l'immobile è stato riclassificato in zona sismica 3.

L'Agenzia ritiene quindi che:

  • ai fini del cd. “sismabonus acquisti” di cui all'art. 16, comma 1-septies, D.L. n. 63/2013, la predetta asseverazione deve essere presentata dall'impresa entro la data di stipula del rogito dell'immobile e consegnata all'acquirente ai fini dell'accesso al beneficio in questione;
  • è possibile riconoscere l'ecobonus, di cui all'articolo 14, D.L. n. 63/2013, anche in caso di interventi di demolizione e ricostruzione con ampliamento, ma in questo caso l'agevolazione non si applica alla parte eccedente il volume ante-operam, analogamente a quanto già previsto in caso di "super ecobonus".